Studiare cinema da autodidatta o in una scuola? Cosa scegliere


studiare -cinema

Studiare cinema e lavorare in questo settore magico è il sogno di tantissime persone. Come raggiungerlo? Il cinema ci racconta di tantissimi registi e attori che hanno studiato da autodidatta, di contro però possiamo citare delle personalità fondamentali del cinema che hanno frequentato delle scuole specifiche. 

Ad esempio il mitico Martin Scorsese, ma anche Ang Lee oppure Spike Lee che sono stati studenti di alcune fra le migliori scuole di cinema e hanno iniziato, dopo il diploma, una brillante carriera. Le scuole di cinema sono dei luoghi in cui gli artisti hanno la possibilità di fare arte e di scoprire gli strumenti per dare sfogo alla loro creatività. La scuola, con i suoi docenti, è il posto perfetto in cui creare dei contatti, conoscere personalità del cinema e svelare i grandi segreti di questa arte.

Scuola di cinema o autodidatta? La scelta migliore da fare

L’unicità della scuola di cinema Vancini a Ferrara sta nell’insegnare a tutti i suoi allievi come mettere in pratica le idee creative. Questo grazie a un approccio innovativo che è basato soprattutto sull’ascolto e lo sviluppo della personalità di ognuno. Ogni studente in questo modo acquisirà tutte le competenze utili per poter diventare un grande professionista del cinema.

Si parte dall’idea e dalla progettazione del film, passando per la sua creazione e passando per tutte le fasi. Si comincia dalla ricerca dei fondi sino alla produzione, la distribuzione cinematografica e la vendita televisiva. Fra i corsi principali troviamo recitazione, regia, sceneggiatura, montaggio e post-produzione.

I vantaggi di una scuola di cinema

I vantaggi di una scuola di cinema sono tantissimi. Ad esempio consente di entrare da subito nel mondo del lavoro. La Scuola Vancini fa parte di Ferrara La Città del Cinema, uno splendido ecosistema che è stato creato per sviluppare e valorizzare la creatività. La Scuola è inoltre promossa da Controluce Produzione, una società di produzione cinematografica che si impegna a inserire i migliori allievi nella struttura come stagisti. Mentre i nuovi diplomati diventano dei giovani professionisti.

La Florestano Vancini grazie a tutto ciò è l’unica Scuola in Italia che unisce la formazione alla professione, legando in modo straordinario la Scuola e il lavoro. D’altronde la scuola ha sede a Ferrara che è una città del cinema con un altissimo tasso di produzione cinematografica. Una città che ha accolto e ispirato grandi del cinema come Antonioni, Rossellini, Olmi, Wenders, Vancini Visconti, Quilici, Rambaldi, Soldati, Montaldo e Avati. La Scuola inoltre ha attivato importanti convenzioni con delle prestigiose realtà internazionali, come la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il Giffoni Film Festival oppure il Filming Italy Los Angeles.

La didattica e cosa insegna (davvero) una scuola di cinema

La scuola presenta una durata triennale. Nei primi due anni gli studenti hanno accesso ad una altissima formazione, mentre nel terzo anno gli allievi finalmente iniziano a inserirsi nel mondo del lavoro. Regia, recitazione, montaggio, sceneggiatura e post-produzione così non hanno più segreti. Fra gli innegabili vantaggi c’è poi quello di ricevere un diploma con qualifica di professionista del settore che consentirà di aprire tante porte e iniziare una carriera straordinaria. 

Il bello della scuola di cinema è che in ogni angolo è possibile respirare la magia e la bellezza del cinema. Grazie soprattutto a un approccio incentrato sulla crescita personale, sulla volontà di seguire la propria strada e di vivere un percorso di crescita, maturazione artistica e riscoperta. Un viaggio meraviglioso per rincorrere la propria passione con coraggio e determinazione, ma soprattutto per realizzare il sogno di una vita.