Consigli per studiare da Web Developer


diventare-web-developer

Entrare nel mondo del lavoro può essere complesso, soprattutto per chi è alle prime armi o non ha conoscenze spendibili subito a livello lavorativo. Capita spesso, infatti, che chi esca dall’università o dalle scuole superiori, si trovi abbastanza disorientato. Tra i lavori più ricercati al giorno d’oggi, vi è senza dubbio quello del web developer. Il web developer è un programmatore che si occupa della realizzazione di siti web, applicativi complessi, programmi, software e molto altro ancora.

Si tratta di una figura molto ricercata, poiché l’informatica è un vero e proprio settore trainante dell’economia mondiale ed è molto probabile che rimarrà tale per moltissimo tempo. Come riporta Wikipedia: “In informatica lo sviluppatore web (o in inglese web developer), è una figura professionale che si occupa dello sviluppo di applicazioni web, in particolare dello sviluppo del codice sorgente di programmazione, dell’ottimizzazione dei database e dei linguaggi di markup attraverso tecniche di programmazione Web.” Ecco perché oggi vedremo assieme come è possibile diventare un Web Developer, cosa bisogna studiare e quali sono le competenze facilmente spendibili nel mondo del lavoro.

Partiamo dal presupposto che essere un programmatore comporta una buona conoscenza di tematiche scientifiche, una buona capacità di calcolo e delle capacità di intuizione. Fare il programmatore, infatti, ti metterà spesso di fronte a tematiche complesso, dove è necessario ricorrere a logica e matematica per venirne a capo. Diciamo, quindi, che è bene che tu sia una persona a cui piacciono le sfide e gli enigmi da risolvere. Ti troverai molto spesso in situazioni decisamente complesse e dovrai avere una buona capacità di analisi e risoluzione delle problematiche.

Esistono ovviamente dei corsi online che ti permettono di diventare un Web Developer, nonché diversi libri. Una delle migliori piattaforme online è sicuramente quella di Linkedin, il portale numero uno al mondo per chi cerca lavoro in questo settore e che prende il nome di Linkedin Learning. Linkedin Learning, infatti, ad un costo decisamente irrisorio, ti permette di fruire di contenuti illimitati creati da veri e propri maestri del settore. Potrai seguire le lezioni comodamente da casa e specializzarti in diversi ambiti. La programmazione, infatti, è una scienza decisamente ampia e la prima cosa che dovresti fare è quella di scegliere un linguaggio di programmazione dal quale partire. Ne esistono decine, alcuni più complessi e con una curva di apprendimento decisamente più ripida di altri. Per iniziare, ti suggerisco qualcosa di semplice e facilmente installabile sulla tua macchina locale.

Uno dei linguaggi più utilizzati dai principianti è PHP, oppure Javascript. Si tratta di linguaggi (uno lato server e uno lato client) abbastanza semplici da capire per chi è alle prime armi. Ti consentono, infatti, di creare fin da subito qualcosa di funzionante e questo ti darà la carica per partire. Ad ogni modo prima di iniziare è bene che tu inizi dalle basi della programmazione: concetti come oggetti, cicli, for, if e variabili sono comuni a tutti i linguaggi di programmazione. Quindi se sei a digiuno di programmazione, ti consiglio di capire bene le basi e poi iniziare a scrivere il tuo primo programma. Ovviamente, per diventare web developer esistono anche i classici percorsi accademici. Una laurea in informatica oppure in ingegneria informatica ti darà senza dubbio delle solide basi per entrare a far parte di questo settore.

Ad oggi questo è uno dei lavori più ricercati e che permette, quindi, una maggiore possibilità di contrattazione con le aziende il che si ripercuote direttamente sul tuo stipendio. Le offerte per web developer, infatti, sono davvero tante ed alcune di queste sono anche da remoto. Ciò vuol dire che potresti lavorare tranquillamente da casa con un’azienda che si trovava in un altro angolo del mondo. Questo lavoro ti offre delle prospettive di crescita importanti, ecco perché in molti hanno deciso di cimentarsi in questa sfida. Una volta apprese le prime conoscenze di programmazione, potrai cercare di entrare in un’azienda, magari attraverso uno stage. Sono tante, infatti, le aziende che cercano dei programmatori junior da inserire nel proprio organico e, sono sicuro, non avrai molte difficoltà ad intraprendere la tua prima esperienza lavorativa.