Aumentare focus e attenzione durante lo studio



Quante volte, mentre si sta studiando, ci si accorge di aver perso la concentrazione e non si ha la minima idea di cosa si è memorizzato fino a quel momento.

Si tratta di una condizione molto comune in quasi tutti gli studenti, eppure esistono delle strategie per aumentare focus e attenzione durante lo studio.

Prima di menzionare le varie tecniche da utilizzare, bisogna sottolineare che la concentrazione durante lo studio altri non è che la capacità di focalizzare l’attenzione verso un determinato pensiero, emozione o azione.

Senza tergiversare troppo, ecco alcuni validi consigli che vi aiuteranno ad aumentare la concentrazione.

Quando l’intento è quello di focalizzarsi su un obiettivo, ci saranno sicuramente molti ostacoli da superare prima di raggiungere il traguardo.

Per rendere chiaro quanto detto, facciamo un esempio molto pratico: è arrivato il momento di studiare, eppure si apre il libro ma ci si inizia a distrarsi con i vari oggetti che ci circondano.

Si apre il telefono e ci si connette su Facebook ed Instagram per vedere cosa condividono i propri amici, ti alzi, ci si alza, si va a prendere un pacco di biscotti e si ritorna nuovamente alla postazione precedente, ma si sa benissimo che tutte queste abitudini inconsce possono rivelarsi controproducenti.

Proprio così, e ora vi spieghiamo il motivo di tale affermazione: secondo molti esperti, fare più cose insieme allo stesso momento è assolutamente sbagliato perché ogni minuto che si perde in distrazione costa circa mezz’ora o quaranta minuti per ritornare nuovamente ad essere concentrati.

Problemi di concentrazione

Ci si chiede pertanto quali siano i problemi che si avvertono maggiormente ed ostacolano la concentrazione allo studio.

Tra questi si distinguono:

  • scarso interesse per ciò che si sta facendo;
  • trapelano altri pensieri in testa;
  • si eseguono diverse attività contemporaneamente;
  • si avvertono troppi rumori e si perde facilmente la concentrazione.

Tecniche per aumentare l’attenzione durante lo studio

La tecnica dell’A, B, C, D, E

La prima regola fondamentale è organizzare lo studio.

E’ molto semplice: prendete carta e penna e scrivete in alto a sinistra l’argomento che andrete a trattare oggi durante lo studio, mentre nella parte a destra scrivete il tempo che dedicherete alla suddetta materia.

A questo punto dividete il foglio, ovvero la restante parte, in 2 colonne: sinistra scrivete gli obiettivi da raggiungere in giornata.

Per esempio:

  • terminare il primo capitolo del libro;
  • fare un riassunto sulla restante parte del libro.

Dopo aver fatto questo, nella parte di destra scrivete tutte le attività che hai messo a sinistra ma in termini di priorità, partendo dalla più alta e terminando alla meno importante.

Così facendo avrete gli obiettivi più chiari perché siete riusciti a pianificare la giornata.

Ogniqualvolta che portate a termine l’attività, cancellatela dal foglio.

Studio Zen

A questo punto eliminate dal tavolo tutto ciò che non ti serve perché causa distrazione, ma lasciate soltanto il libro che dovete studiare, una penna, una matita e degli evidenziatori.

Elimina le voci interiori

Di natura l’essere umano è un iper-pensante.

Quando la mente si focalizza su un obiettivo da raggiungere talvolta i pensieri e le ansietà predominano.

Cosa fare in questo caso?

Vicino a voi mettete un post-it e scrivete i pensieri che affiorano alla mente.

Porterà sicuramente ad attimi di distrazione, ma liberando la mente da questo genere di oppressione avrete il vantaggio di studiare molto meglio.

Fate ossigenare il cervello di tanto in tanto

È stato dimostrato che, più tentate di concentrarvi e più sarà difficile rimanere concentrati per troppo tempo.

Generalmente la soglia di attenzione è di 45 minuti consecutivi per poi gradualmente decrescere.

Per rimanere sempre concentrati ed essere produttivi bisogna fare delle piccole pause, in genere ogni 25 minuti di studio, prendete 5 minuti di pausa.